CHI SIAMO

In primo piano

BccBresica dona 600 mila euro
 
Emergenza Coronavirus - 13 marzo 2020
BCCBRESCIA DONA 600.000 EURO A FAVORE DEGLI SPEDALI CIVILI, FONDAZIONE POLIAMBULANZA E FONDAZIONE DELLA COMUNITA' BRESCIANA ONLUS
 

Il Dott. Ennio Zani, presidente del Credito Cooperativo di Brescia, ci spiega com'è nata questa iniziativa.
“Essendo un medico sto vivendo in prima persona la drammaticità del momento ma allo stesso modo sto percependo la forza, la reazione e la generosità che questa terra sa esprimere.
Sono quotidianamente in contatto con le nostre principali strutture ospedaliere e pienamente consapevole dell'emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Serve personale, attrezzature e dispositivi di protezione personale. Da subito quindi mi sono fatto portavoce e promotore, trovando l’unanime supporto del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e di tutti i collaboratori della Banca per effettuare un intervento economico straordinario della nostra Banca a favore delle Strutture Ospedaliere locali.
Martedì 10 marzo abbiamo disposto una prima erogazione di € 50.000 a valere sulla raccolta fondi del Giornale di Brescia, attraverso la Fondazione della Comunità Bresciana Onlus.
Si è trattato però solo di un primo passo, infatti ci siamo confrontati immediatamente con i due principali Ospedali locali per supportarli in tempi rapidissimi e per definire le primarie necessità.
Con gli Spedali Civili di Brescia siamo intervenuti con una donazione per l'allestimento completo di 5 postazioni di terapia intensiva per un controvalore complessivo di € 450.000.
Con la Fondazione Poliambulanza abbiamo predisposto la donazione per l'acquisto di 4 ventilatori per terapia intensiva per complessivi € 100.000.
In questi giorni ho riflettuto spesso sulla reazione che stiamo avendo e dico che non sono meravigliato riguardo la risposta che moltissimi bresciani stanno dando alle iniziative solidali.
Conosco la forza e la generosità della nostra città e provincia. D’altra parte la nostra Banca è nata e cresciuta nel nostro territorio e dobbiamo fare di tutto per sostenerlo, in particolare, in questi momenti così difficili.
#iorestoacasa
#andràtuttobene


torna su