Con il Fondo di Garanzia
per la prima casa
i vostri sogni
diventano realtà.

Contattaci
per maggiori info

 

Fondo di garanzia mutui per la prima casa

Il fondo è disponibile fino a fine 2016 e fornisce una garanzia fino al 50% della quota capitale del mutuo non superiore a 250 mila euro, concesso dalla banca per l’acquisto/ristrutturazione dell’abitazione principale.

Chiunque può fare richiesta di un mutuo coperto da garanzia, purchè alla data della richiesta di mutuo, non risulti essere proprietario di altri immobili ad uso abitativo, salvo quelli acquisiti per successione e che siano in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli.

 

CARATTERISTICHE E BENEFICIARI

I BENEFICIARI: in presenza di domande pervenute nella stessa giornata è assegnata priorità ai mutui erogati a favore delle giovani coppie coniugate con o senza figli, ai nuclei familiari mono genitoriali con figli minori conviventi, ai conduttori di alloggi di proprietà degli istituti autonomi per le case popolari nonché ai giovani di età inferiore a 35 anni con contratto di lavoro atipico.
L’IMMOBILE: l’immobile da acquistare deve essere adibito ad abitazione principale, non deve rientrare nelle categorie catastali A1, A8, A9 e non deve essere di lusso.
IL FINANZIAMENTO: l’ammontare del finanziamento, da erogarsi in unica soluzione, non deve superare i 250 mila euro e deve essere destinato all’acquisto, a interventi di ristrutturazione o accrescimento dell’efficienza energetica di immobili siti in territorio nazionale, e da adibire ad abitazione principale del mutuatario*.

La domanda di ammissione al fondo deve essere presentata alla nostra banca utilizzando questo MODULO appositamente predisposto.

Per approfondire l'argomento clicca qui.

 
*Questa pagina web da considerarsi esclusivamente un messaggio pubblicitario con finalità promozionali. Le condizioni contrattuali relative ai prodotti e servizi proposti sono riportate nei fogli informativi a disposizione del pubblico presso le filiali della banca e nella sezione trasparenza di questo sito. Quando si fa riferimento alla concessione di mutuo, fido o carta di credito la concessione del medesimo è sempre subordinata alla valutazione del merito creditizio del richiedente effettuata dal nostro istituto. Quando indicato, il tasso a credito si intende al lordo della ritenuta fiscale prevista dalla legge. L’imposta di bollo è sempre a carico del cliente secondo le vigenti disposizioni di legge. Per operazione si intende registrazione contabile in estratto conto.
torna su