CHI SIAMO

Il Consiglio di Amministrazione

Presieduto da Ennio Zani, il CDA è in carica dal 2017. Dopo la fusione con la Bcc di Verolavecchia operativa dal 1° luglio 2015, il numero degli amministratori eletti dall'assemblea dei soci è salito a 13 componenti. Il CDA è investito di tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione della società, tranne quelli riservati per legge all'Assemblea dei Soci.

 
CDA
 

Oltre alle attribuzioni non delegabili a norma di legge, sono riservate all'esclusiva competenza del Consiglio di Amministrazione le decisioni concernenti:
• l'ammissione, l'esclusione e il recesso dei soci;
• le decisioni che incidono sui rapporti mutualistici con i soci;
• la determinazione degli indirizzi generali di gestione e dell'assetto generale dell'organizzazione della Società;
• l'approvazione degli orientamenti strategici e le politiche di gestione del rischio;
• la nomina e le attribuzioni del Direttore e dei componenti la direzione;
• l'approvazione e le modifiche di regolamenti interni;
• l'istituzione, il trasferimento e la soppressione di succursali e la proposta all'assemblea della creazione o soppressione di sedi distaccate;
• la costituzione di speciali comitati tecnici con funzioni consultive, composti di propri membri;
• l'assunzione e la cessione di partecipazioni;
• l'acquisto, la costruzione e l'alienazione di immobili;
• la promozione di azioni giudiziarie ed amministrative di ogni ordine e grado di giurisdizione, fatta eccezione per quelle relative al recupero dei crediti;
• le iniziative per lo sviluppo delle condizioni morali e culturali dei soci nonché per la promozione della cooperazione e per l'educazione al risparmio e alla previdenza.

Il Consiglio di Amministrazione, nel rispetto delle disposizioni di legge e di statuto, può delegare proprie attribuzioni ad un comitato esecutivo, determinando i limiti della delega.

I membri del Consiglio D'amministrazione attualmente in carica sono:
Presidente: Zani Ennio
Vice Presidente Vicario: Gaspari Vincenzo
Vice Presidente: Minini Mario
Consiglieri: Alberti Marina Francesca, Amici Bruno, Spinelli Giuseppe, Sala Piero, Ferrari Roberto, Bresciani Pierangelo, Faini Carla, Marchetti Danilo, Pezzoni Pietro, Dotti Giovanni.

Comitato esecutivo

 
Comitato esecutivo
 

La principale funzione del Comitato esecutivo è la concessione del credito. Il comitato ha delega anche per l'assegnazione di erogazioni liberali e di sponsorizzazione.
I componenti effettivi del comitato sono: Marchetti Danilo, Amici Bruno (Presidente), Minini Mario, Pezzoni Pietro e Alberti Marina.

Collegio sindacale

 
Collegio sindacale
 

Il Collegio sindacale vigila sull'osservanza della legge e dello statuto, sul rispetto dei principi di corretta amministrazione ed in particolare sull'adeguatezza dell'assetto organizzativo, amministrativo e contabile adottato dalla banca e sul suo concreto funzionamento. Può chiedere agli amministratori notizie sull'andamento delle operazioni sociali o su determinati affari e procedere, in qualsiasi momento, ad atti di ispezione e di controllo.
I membri del Collegio sindacale attualmente in carica sono:
Presidente: Zubani Giorgio
Sindaci: Gregorini Marco e Ambrosetti Saramaria.

Giorgio Pasolini, Direttore Generale

La Direzione Generale

Giorgio Pasolini ha ricoperto la carica di Vicedirettore dal 1984, presiedendo la funzione della direzione affari, supervisionando il comparto creditizio e l'intensa l'attività di marketing della banca.
Dal 2010 è Direttore Generale.  Prende parte alle adunanze del consiglio di amministrazione e a quelle del comitato esecutivo, con il potere di proposta in materia di erogazione del credito; dà esecuzione alle delibere degli organi sociali; persegue gli obiettivi gestionali e sovrintende allo svolgimento delle operazioni e al funzionamento dei servizi, assicurando la conduzione unitaria della banca e l'efficacia del sistema dei controlli interni.

 
Giorgio Pasolini, Direttore Generale

Il Presidente

Ennio Zani, medico di medicina generale, specialista in medicina interna, presiede il CDA dal 1993. Socio dal maggio1983 e presidente del Collegio Sindacale dal 1990 al 1993. Dal 1993, anno della fusione con la Cra di Pontoglio, è Presidente del Consiglio di Amministrazione; partecipa alle riunioni del Comitato Esecutivo con funzione di collegamento con l'Organo di Supervisione Strategica.

 
torna su